L'assistenza sanitaria su strada: il punto della situazione

Nella città di Roma, nell’anno 2016 sono stati stimati circa 3000 senza fissa dimora, 50.000 in tutta Italia (stime della comunità di S.Egidio), per i quali svariate associazioni di volontariato e non, tra le quali la Croce Rossa Italiana, hanno messo in campo molteplici risorse, sia dal punto di vista umano, che professionale. Nel periodo compreso tra fine dicembre ed inizio gennaio, durante i servizi SASFiD (Servizio Assistenza per i Senza Fissa Dimora) proposti dai vari comitati locali della Croce Rossa Italiana e dall’area metropolitana, i sanitari impiegati (Medici, Infermieri ed IIVV), si sono trovati a fronteggiare le più comuni patologie legate al clima rigido, oltre che quelle ad a

La gestione del piede diabetico nel senza fissa dimora

Nelle ultime uscite su strada, soprattutto nelle zone ad alta concentrazione di senza fissa dimora, ho osservato, come di consueto, una alta incidenza di patologie cronico-degenerative come il piede diabetico e le ulcere venose; in questo articolo, in quanto specialista in radiologia, con esperienza di tipo interventivo-vascolare, volevo riassumere alcune linee guida sulla gestione del piede diabetico, adattandole alla realtà su strada, sperando di essere di aiuto ai colleghi che si possono trovare ad affrontare questa problematica. Il piede diabetico, una delle complicanze maggiori del Diabete Mellito, sia di tipo 1 che di tipo 2, è una patologia tanto frequente quando problematica da gest

Post recenti
Archivio

Il progetto divulgativo del blog "la medicina della povertà" affronta tematiche sanitarie e sociali nella maniera più meticolosa e scientifica possibile, senza perdere mai una visione umanitaria dei propri argomenti.
I temi proposti vengono affrontati con rigore scientifico e le fonti sono sempre citate e reperibili.


Se hai scritto un articolo inerente alle tematiche del sito, contattami via mail, se sarà ritenuto idoneo, sarà pubblicato.

Leggi le linee guida del blog.