HIKIKOMORI: una nuova espressione del disagio giovanile

Intorno agli anni Novanta del secolo scorso è giunta notizia della diffusione in Giappone di una nuova sindrome psichiatrica definita “Hikikomori” e che interessava esclusivamente giovani adolescenti che si chiudevano nella propria abitazione in una sorta di volontario esilio. Il termine Hikikomori nella lingua giapponese significa "isolarsi", "stare in disparte" e viene utilizzato per riferirsi ad adolescenti che decidono di ritirarsi dalla vita sociale, rinchiudendosi nella propria camera da letto, senza aver nessun tipo di contatto diretto con il mondo esterno. Di solito tale periodo di auto-isolamento dura più di sei mesi e può protrarsi per molti anni. E’ un fenomeno che interessa pre

Post recenti
Archivio

Il progetto divulgativo del blog "la medicina della povertà" affronta tematiche sanitarie e sociali nella maniera più meticolosa e scientifica possibile, senza perdere mai una visione umanitaria dei propri argomenti.
I temi proposti vengono affrontati con rigore scientifico e le fonti sono sempre citate e reperibili.


Se hai scritto un articolo inerente alle tematiche del sito, contattami via mail, se sarà ritenuto idoneo, sarà pubblicato.

Leggi le linee guida del blog.